Cara mammetta

Ciao mammetta mia,

i giorni trascorrono nella loro routine;

la vita sembra aver trovato un nuovo equilibrio dopo la tua morte.

E’ come se fosse arrivato un terremoto: fratture, crepe, distruzione, ma dopo si prova a ricostruire, senza dimenticare l’accaduto.

la vita è un continuo equilibrio, che piaccia o no.

Ieri Giada è andata per la prima volta ad un allenamento di pallavolo, la mia piccola Giada sta crescendo a vista d’occhio, senza rendermene conto; ormai legge e scrive più che discretamente. Ancora ricordo quando io avevo la sua età e facevo i compiti delle ‘elementari’;

sembra ieri, ma ora c’è mia figlia.

il tempo scorre inesorabile, non ci è consentito fermarlo o vivere solo di ricordi, bisogna pensare ogni giorno al domani.

Eppure…

tu sei sempre viva nella mia testa.

Mi manchi tanto.

Tuo Daniele

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.