Ultimo giorno del 2012

Ultimo giorno di questo bastardo 2012.

Questo anno volge al termine, questo è l’anno in cui ti sei spenta; il peggiore anno della mia attuale vita, domani, chissà…io non credo a disegni e destini, spero solo che la natura faccia il suo corso naturale, e che preservi, in particolar modo, i nostri bambini.

Tua mamma, purtroppo, non ha avuto questa fortuna dalla vita che, certo, le ha riservato cose belle, ma anche molte amarezze.

Ho ancora nelle orecchie le sue urla strazianti quando tu stavi per andartene e, spero con tutto il cuore, che tu non fossi più in grado di sentirle anche se ho letto che l’udito è l’ultimo dei sensi che si perde.

Cara mammetta, la tua morte mi ha tatuato sulla pelle che la vita è fatta di alti e bassi, frammista a periodi di routine; che la vita, spesso, è appesa ad un filo e che non è garantita da nulla e nessuno. Solo tanta fortuna e un pizzico di intelligenza, ci permette di andare avanti il più a lungo possibile. Qualcuno avrà l’aiuto della fede, che può essere un discreto palliativo. Questi ultimi mesi, in cui ho riflettuto molto, mi hanno allontanato più di quanto fossi già lontano da Dio; forse è solo rabbia, non so, o forse è che non riesco a vedere segni divini in questa vita terrena, bella si, ma legata, a mio parere, solo a vicende strettamente naturali. Su come sia venuta su la natura, non so, non ho le conoscenze, e credo che nessun uomo le abbia, per poter dare giudizi diversi da ipotesi fondate su mere sensazioni. ma non voglio annoiarti con questi miei pensieri. Volevo solo dare il saluto a questo ultimo anno che ti ha visto protagonista insieme a noi, nella nostra vita, perchè, dal prossimo, tu sarai solo un ricordo nei nostri cuori e, all’appello del 1° gennaio, tu sarai assente, così come lo sarà una parte del nostro cuore, come se avesse subito un ‘infarto parziale’ che ne abbia decretato la morte fisica di una sua parte.

E’ per questo che mi viene da dire: ‘2012, hai iniziato bene ma mi hai portato via mia mamma! Fanculo!! 2013, non potrai mai iniziare bene come tutti gli anni passati, manca una protagonista, mia mamma! Fanculo!’ Forse oggi non è una buona giornata. Non lo è affatto. Mi manchi mamma, proteggi i tuoi nipoti, più di ogni altra cosa. Daniele

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.