San Giovanni Rotondo 01/05/2014

Esattamente due anni fa ero con la mia famiglia ed amici in camper a San Giovanni Rotondo a pregare per la tua salute, eri infatti viva ma oramai stanca della malattia che ogni giorno ti toglieva un pizzico di vitalità ma io non demordevo dentro di me ero positivo e speravo nell’aiuto di San Pio. Sempre le mie preghiere sono state esaudite, eppure quelle per te – tante, tantissime – sono servite solo a farti stare meglio qualche mese; non ti nascondo che, visto il triste epilogo, mi sono un pò allontanato da Dio e dalla Chiesa. Rifletto e penso che molti fedeli pregano per qualcuno o qualcosa, non tutti come è stato per me non vedono concretizzarsi le proprie speranze, eppure si deve andare avanti perchè forse per una cosa che non va bene ci sono mille ragioni per ringraziare ogni giorno la Divina Provvidenza. Raggiungere questi luoghi di culto porta comunque nel cuore una pace e serenità non comuni, è quello che ho provato ieri sera quando ero seduto nella Grande Chiesa di San Pio con la mia famiglia ed i miei compagni di viaggio, una sensazione indescrivibile di pace e benessere interiore che ha scacciato dentro di me ogni traccia d’astio residuo per la delusione di averti perso nonostante le tante preghiere. Adesso prego perchè tu possa godere del Paradiso, ma ringrazio Dio ogni giorno per la buona salute della mia famiglia, per averti conosciuto e per averti avuto come mamma per più di 45 anni, per il lavoro, la bella casa, tutto quello,che mi circonda che non è poco, tutti doni che non tutti gli uomini di questa terra hanno la fortuna di possedere. Un bacio a te mamma carissima da San Giovanni Rotondo. Tuo Mauro

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.